Premio Speciale Eccellenza Millennial 2017

Edoardo Tresoldi investiga una forma alternativa d’arte che fa dialogare memoria e topografia. Dall’approccio artistico e di ricerca creativa e libera, gioca con la trasparenza della rete metallica e dei materiali industriali per trascendere la dimensione spazio-temporale e narrare un dialogo tra Arte e Mondo, una sintesi visiva che si rivela nella dissolvenza dei limiti fisici. La fusione del linguaggio classico e di quello moderno ne genera un terzo, che trova il suo tempo nella contemporaneità. Nato nel 1987, cresce a Milano dove, all’età di 9 anni, inizia a sperimentare tecniche e linguaggi artistici differenti sotto la guida del pittore Mario Straforini. Nel 2009 si trasferisce a Roma e inizia a lavorare in diversi ambiti. Cinema, musica, scenografia e scultura gli forniscono una visione eterogenea delle arti. Dal 2013 realizza interventi nello spazio pubblico, focalizzando la sua ricerca sul genius loci e lo studio degli elementi del paesaggio. Le sue opere sono state inserite in spazi pubblici, contesti archeologici, festival di arte contemporanea, festival musicali e mostre collettive. Nel 2016 realizza, in collaborazione con il MIBACT, il restauro della Basilica paleocristiana Santa Maria di Siponto (FG), una convergenza unica tra arte contemporanea e archeologia. Nel gennaio 2017 viene incluso da Forbes tra i 30 artisti under 30 più influenti d’Europa.

Basilica di Siponto